VENEZUELA CONTRO BANK OF ENGLAND PER UN MILIARDO IN ORO
Data: giovedì 25 giugno 2020

Il Venezuela ha avviato un procedimento legale per cercare di costringere la Banca d' Inghilterra a consegnare oro per un valore di un miliardo di dollari, sostenendo che ha bisogno di soldi per finanziare una risposta adeguata alla pandemia di corona virus.

L'oro venezuelano viene trattenuto presso la Banca d'Inghilterra a seguito delle sanzioni del Regno Unito e degli Stati Uniti sul paese sudamericano colpito dalla crisi. L'amministrazione del presidente Nicolas Maduro ha affermato che desidera che la Banca d'Inghilterra venda parte delle riserve al fine di contribuire a finanziare la risposta del paese alla pandemia di corona virus.

Il conflitto legale arriva mentre il sistema sanitario venezuelano continua a crollare, con molti ospedali nel paese che lottano per prendersi cura dei pazienti in assenza di elettricità affidabile o persino di acqua corrente. Dati certi sul numero di contagiati e di vittime nel paese non sono noti.

La Bank of England è il secondo più grande custode d'oro al mondo, secondo solo alla Federal Reserve di New York. Le banche centrali di molti paesi in via di sviluppo immagazzinano le loro riserve auree nazionali nelle casse della banca centrale del Regno Unito e il Venezuela è una di queste.

Nel gennaio 2019, la Banca d'Inghilterra ha rifiutato al Venezuela di prelevare l'oro dai suoi caveau e di rimpatriarlo in Sud America. Da allora ha rifiutato di commentare pubblicamente questa decisione. L'annuncio è arrivato pochi giorni dopo che il leader dell'opposizione Juan Guaido era sceso nelle strade di Caracas  per dichiararsi il legittimo comandante in capo del Venezuela, sostenendo che il risultato delle elezioni del 2018 era stato fraudolento.

Il leader dell' Assemblea nazionale è stato rapidamente riconosciuto come legittimo presidente ad interim del Venezuela da oltre 50 paesi, tra cui Stati Uniti e Regno Unito. Nondimeno, il governo di Maduro - con l'ampio sostegno dei militari - ha rifiutato di cedere il potere.


Significa che il paese rimane bloccato in una situazione di stallo politico, per cui ha un governo riconosciuto a livello internazionale, senza controllo sulle funzioni statali, che corre parallelo al regime di Maduro.

A causa dello stato di povertà in cui versa il Venezuela, aggravato dall’ emergenza Covid-19,Caracas ha già liquidato riserve auree per quasi 27 tonnellate di metallo prezioso dall’ estate 2017 all’ inizio del 2020 passando da circa 188 a circa 161 tonnellate. L’oro venezuelano è stato in parte venduto e in parte impegnato come garanzia per finanziamenti internazionali.

Nell'Arco di Orinoco e in altre regioni il Venezuela conserva quelle che sono stimate come le seconde riserve d'oro più consistenti del mondo. Tuttavia, l’ isolamento del paese determinato dal governo di Maduro e gli scontri con molte compagnie minerarie stanno di fatto limitando molto lo sfruttamento delle miniere.

Tags:
Share:
Monete in oro
da investimento ?
Desideri vendere
o valutare le tue monete ?
Richiedi subito
una valutazione !
Il nostro staff è a tua completa disposizione per una perizia accurata delle tue monete o medaglie.