Storia della Numismatica - Collezioni e Collezionisti

COLLEZIONI E COLLEZIONISTI

Tutti, a questo mondo, dobbiamo procurarci un’occupazione principale e una aggradevole, che ci servirà di sollievo e di riposo. Tra queste, una delle migliori è certamente il raccogliere e, fra le raccolte, non esito a dire, che la più interessante, la più elevata, quella che può dare maggiori soddisfazioni è certamente la numismatica. Né si dica che parlo così perché io mi ci trovo. Non ci caddi a caso; ma la scelsi, dopo averle provate tutte.

Le collezioni d’arte, e specialmente d’arte antica, quadri, stampe, armi, ceramiche, etc…sono ormai diventate così difficili, da non essere alla portata che di pochissimi. E poi, mentre richiedono mezzi eccezionali e locali adatti, poco offrono allo studio ed all’occupazione della mente.

La filatelia, pure così diffusa, per la facilità dell’inizio e per l’ideale comodità materiale del collocamento, può essere buona e consigliabile ai giovinetti, perché, se non altro, vi imparano un po’ di geografia e acquistano il gusto dell’ordine e del collezionare. Ma, dopo un certo punto, diventa difficil e costosa quanto e più qualsiasi altre, mentre non offre veramente alcuna vera soddisfazione scientifica.

Le collezioni di storia naturale ci offrono, è vero, lo studio interessantissimo della natura; ma, se facciao una eccezione per i minerali, tutti gli altri rami non possiamo studiarli che su scarsi e incompleti elementi. Degli animali non ci resta che la pelle o, diremo meglio, il pelo o le penne, e talvolta lo scheletro; delle erbe e delle pinate non possiamo conservare che poche foglie e pochi fiori privi di forma e di colore, delle conchiglie il guscio; di qualunque altro genere poche spoglie, che in breve il tempo consuma e in ogni modo poi gli esemmplari sono sempre privi di ciò che dovrebbe veramente costituire l’elemento principale di studio, la vita.

La numismatica, per contro, ci apre lo studio dell’umanità, nei suoi rapporti religiosi, civili, sociali, politici, economici e i movimenti che ne formano l’oggetto, ci si presentano nell’identico stato, di forma, di colore, di peso, di materia, di conservazione, in cui si trovavano il giorno della loro scomparsa dalla scena del mondo; sia questa avvenuta da poco tempo, da un secolo, da un millennio o più. Essi ci appaiono ancora come i legittimi rappresentanti delle varie autorità, re, principi, città o popoli che li crearono e fra cui circolarono. E come tali, parlando ancora la medesima lingua, ci sono testimoni dei fatti del loro tempo, correggono le date errate, rettificano le false leggende e sono pronte a sfidare altri secoli, senza perdere nessuna delle loro perfette e inalterate qualità.

Nessun monumento è più vivo e più parlante d’una moneta. In nummis historia.

(Dall’Ambrosoli-Gnecchi, Milano 1922)

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni e novità. Puoi cancellare il tuo indirizzo email dalla newsletter in qualsiasi momento.

La Newsletter della Numismatica Ranieri s.r.l. è mandata solo a coloro che si iscrivono. Gli indirizzi non verranno scambiati nè ceduti a terzi

Cerca tra le nostre monete quella di tuo interesse.

   

Sede Legale: Via A. Diaz, 35 – c.a. Studio Bozzano – 48100 Ravenna – Italia
Sede Operativa: Piazza Calderini 2/2 (Palazzo Zambeccari) – 40124 Bologna – Italia
Tel. (+39) 051.267736
Fax (+39) 051.2967854
Email: info@numismaticaranieri.it
P.IVA – C.F. 02197440395; Capitale Sociale: 120.000,00 i. v.
Reg. Imprese di Ravenna n. 02197440395; REA n. 180038